free responsive web templates

Curriculum Vitae

 

Mobirise


Ballario Cristina
REFERENTE PARI OPPORTUNITA’ ENTE CNOS-FAP Regione Piemonte e sede operativa di Fossano (CN)

ISTRUZIONE E FORMAZIONE

17 luglio 1996 Università degli Studi di Torino – Facoltà di Economia e Commercio

Macro e Micro-Economia, Sociologia, Psicologia del Lavoro, Antropologia Culturale, Matematica, Matematica Finanziaria, Statistica, Diritto Pubblico, Diritto Privato, Diritto del Lavoro, Storia Economica, Scienze delle Finanze, Ragioneria, Contabilità e Bilancio, Commercio Internazionale, Marketing, Inglese e Francese Laurea in Economia e Commercio
4° livello

Anno accademico 2004-2006 SIFS/ISRE – Scuola Superiore Internazionale di Scienza della Formazione - Mestre

Corso biennale di specializzazione per Formatori Professionali e Coordinatori di Interventi Formativi TRAINING MANAGER Tesi: CuneOrienta ovvero Orientare in Rete nel territorio provinciale Relatori: prof. Arduino Salatin e prof. Giuseppe Tacconi Master post-laurea

ESPERIENZA LAVORATIVA

NOVEMBRE 1996 - APRILE 1997
“Periodici San Paolo S.r.l. “– p.zza San Paolo – Alba (CN)
Editoriale Impiegata Ufficio abbonamenti e reclami cliente

Dal 03/09/1997 ad oggi

Associazione CNOS-FAP – Via G. Verdi, 22 – Fossano (CN); Direttore ing. Lucio Reghellin
Formazione Professionale
Coordinatrice senior/orientatrice/formatrice

Referente Pari Opportunità dell’Ente CNOS-FAP Regione Piemonte e della sede operativa di Fossano, referente orientamento della sede operativa di Fossano e referente nazionale per la definizione delle Linee Guida in ottica di pari opportunità, referente Marketing dei servizi formativi e orientativi a livello locale. ATTIVITA’ SVOLTE NELL’AMBITO DELLE PARI OPPORTUNITA’ DAL 1997 AD OGGI Componente reale della Commissione Tecnica Regionale della Pari opportunità dal 2007  

2014-2019
Assessore Comune di Fossano

Ambiti di intervento:

Politiche del lavoro e formazione professionale,
Attività produttive, commercio ed artigianato,
Politiche dell'edilizia sociale,
Partecipazione Borghi e Frazioni,
Agricoltura,
Rapporti Commissione Pari Opportunità..

Principali mansioni e responsabilità

2013-2014

Corso di formazione rivolto alle Referenti di Parità delle Agenzie Formative della Provincia di Torino nell’ambito del Progetto ASIIR Ampliamento Strategie di Implementazione Integrazione Reti contro la Violenza di genere e stalking. Partecipazione alla Commissione Tecnica Regionale per la definizione del secondo e terzo modulo del corso di Esperta/o di parità in ambito educativo-formativo e servizi per il lavoro Partecipazione al Workshop: “I Percorsi per Uscire dalla Violenza”, organizzato dal Settore Sviluppo e Promozione dell’Imprenditorialità, della Cooperazione e delle Pari Opportunità della Regione Piemonte.

2012-2014

Attivazione del Progetto LAVORIAMO IN RETE PER UN FUTURO SOSTENIBILE 2 – seconda edizione - in partenariato con l’Enaip Piemonte (Ente Acli Istruzione Professionale Piemonte) e attivazione del PROGETTO S.V.O.L.T.A: superare la violenza attraverso orientamento, lavoro, tutela e autonomia relativamente al Bando Regionale Asse II Occupabilità – Azione II.F.15.1: interventi finalizzati a favorire l’inclusione lavorativa delle vittime di violenza, grave sfruttamento e tratta traverso la realizzazione di percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo e il raccordo e coordinamento dei soggetti attuatori – POR cofinanziato dal FSE PER IL PERIODO 2007-2013 a titolo dell’Obiettivo “Competitività regionale e Occupazione approvato con decisione C(2007)5464 del 06/11/2007.

2011-2012

Attivazione del Progetto R.O.S.A. Rete per l’Occupazione e Servizi di Assistenza Familiare rivolto alle famiglie e alle/agli assistenti familiari. Presente con otto sportell.i in Provincia di Cuneo, ha l’obiettivo di favorire l’incontro tra chi cerca lavoro come assistente familiare e le famiglie che hanno bisogno di un servizio di assistenza. Offre accoglienza, informazione, incontro domanda/offerta, consulenza e assistenza fiscale, formazione e tutoraggio Realizzazione del Progetto RIUSCIRE: finanziato dalla Compagnia San Paolo di Torino, nell’ambito del piano di interventi a favore della popolazione immigrata e della sperimentazione di buone prassi per l’integrazione dei giovani di origine straniera nelle scuole e nella formazione professionale. Il Percorso di orientamento scolastico/formativo ha coinvolto ragazze/i della terza media e delle scuole superiori con il ruolo dei “Peer: i pari” i più grandi si prendono cura dei più piccoli. Nell’ambito della Sperimentazione del IV anno, è stata rielaborata l’U.d.A. “L’AZIENDA CHE VORREI”; è stato elaborato un opuscolo informativo tramite il quale definire le modalità di applicazione del “principio di pari opportunità all’interno della propria azienda”, nonché le azioni promosse per la conciliazione dei tempi nell’ottica del miglioramento organizzazione interno, per la legittimità morale, l’equità e l’uguaglianza, per la tutela, la dignità e il rispetto della persona, per la correttezza professionale (trasparenza, onestà, riservatezza, imparzialità) negli avanzamenti di carriera, per la crescita professionale, la tutela ambientale, la protezione della salute.

2010-2011

Attivazione del Progetto di “SENSIBILIZZAZIONE ALLA TEMATICA: LA VIOLENZA SULLE DONNE” in collaborazione con il Comune e la Commisione Pari Opportunità della Città di Fossano.
Conclusione del Progetto “LAVORIAMO IN RETE PER UN FUTURO SOSTENIBILE” in collaborazione con l’Enaip (Ente Acli Istruzione Professionale Piemonte) relativamente al P.O.R. 2007-2013 - Bando Regionale relativo alla chiamata di progetti per la realizzazione di interventi finalizzati a sostenere l’uscita da situazioni di sfruttamento delle donne vittime di tratta attraverso la realizzazione di percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo e il raccordo e coordinamento dei soggetti attuatori, attivato nell’a.f. 2009-2010

2009-2010

Realizzazione e presentazione ai formatori e ai docenti della scuola secondaria di I e II grado del “KIT DIDATTICO “UN VIDEO PER FORMArci” composto da due supporti multimediali: - un DVD (con le interviste e un cortometraggio sul tema degli stereotipi in ambito lavorativo) e un CD Rom con materiali didattici di supporto ai/alle formatori/trici docenti per sensibilizzare i destinatari circa le situazioni discriminanti. Predisposizione ed elaborazione - nell’ambito della Commissione Regionale Integrare le P.O. nella formazione e nel lavoro, settore standard formativi della Regione Piemonte – del QUESTIONARIO: disseminazione delle Pari Opportunità e dell’Interculturalità nella Formazione Professionale e nella Scuola

2008-2009: 

Opportunità, lo Scaffale di Parità e il gioco Etnopoli. Il gioco didattico Enopoli, più adatto per un’utenza adulta è stato utilizzato con successo nei corsi per mediatori interculturali. Nell’ambito delle attività di orientamento professionale nei C.P.I. – P.O.R. – sono state attuate politiche di sensibilizzazione e COINVOLGIMENTO DELLE IMPRESE SULLA RESPONSABILITA’ SOCIALE per sostenere l’inserimento e il reinserimento lavorativo di persone nel mercato del lavoro limitando le discriminazioni basate, in particolar modo, sul genere e sull’origine etnica. Sempre nell’ambito dei progetti P.O.R. TRADUZIONE IN DIVERSE LINGUE: arabo, albanese, rumeno, cinese, inglese, francese, spagnolo DEI TESTI UTILIZZATI PER LA RICERCA ATTIVA DEL LAVORO IN OTTICA DI PARI OPPORTUNITA’ e consegnati alle persone in cerca di lavoro di diversa origine etnica che si sono presentate allo sportello dei C.P.I. Nell’ambito della formazione continua, sono stati organizzati in collaborazione con i Centri Territoriali Permanenti CORSI PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LICENZA MEDIA PER DONNE E UOMINI STRANIERE/I per far fronte in parte al problema del riconoscimento dei titoli di studio. I corsi sono stati organizzati in orari che tenessero conto dei tempi di vita e di lavoro: al mattino per le mamme disoccupatge e alla sera per lavoratrici/lavoratori.

2007-2008:

Nell’anno europeo del dialogo interculturale e delle pari opportunità per tutti, PREDISPOSIZIONE DI SUPPORTI ALLA DIDATTICA per le diverse tipologie di corso e di utenza. In particolare, sono state create Unità di Apprendimento specifiche utilizzando le indicazioni e i materiali presenti nel KIT delle Pari

2006-2007:

Attivazione del corso di qualifica regionale della durata di 600 ore: Operatore delle Confezioni – Riparatore Cucitore. Partecipazione al corso di Formazione Formatori Interenti “LINEE GUIDA PER INTEGRARE LE PARI OPPORTUNITA’ NELLA FORMAZIONE-LAVORO: MODALITA’ DI APPLICAZIONE” della durata di 28 ore finanziato dalla Regione Piemonte.

17 luglio 1996 Università degli Studi di Torino – Facoltà di Economia e Commercio

Macro e Micro-Economia, Sociologia, Psicologia del Lavoro, Antropologia Culturale, Matematica, Matematica Finanziaria, Statistica, Diritto Pubblico, Diritto Privato, Diritto del Lavoro, Storia Economica, Scienze delle Finanze, Ragioneria, Contabilità e Bilancio, Commercio Internazionale, Marketing, Inglese e Francese Laurea in Economia e Commercio 4° livello

Anno accademico 2004-2006 SIFS/ISRE – Scuola Superiore Internazionale di Scienza della Formazione - Mestre

Corso biennale di specializzazione per Formatori Professionali e Coordinatori di Interventi Formativi TRAINING MANAGER Tesi: CuneOrienta ovvero Orientare in Rete nel territorio provinciale Relatori: prof. Arduino Salatin e prof. Giuseppe Tacconi Master post-laurea

 

Stesura del CODICE DI COMPORTAMETO per la tutela della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori, delle allieve e degli allievi dell’Ente CNOS-FAP Regione Piemonte in collaborazione con le referenti pari opportunità della Rete delle agenzie formative presenti sul cuneese e con il supporto tecnico della Consigliera di Parità Provinciale avv. Anna Mantini

2005-2006:

Eletta come membro della Commissione Pari Opportunità della città di Fossano nel mese di gennaio 2005. La Consigliera Regionale di Parità, in occasione della festa della donna, ha organizzato in collaborazione con la C.P.O. e il Comune di Fossano uno spettacolo teatrale dal titolo “DONNE DI CARATTERE” – Ensemble “Cultura – Teatro – Musica” con l’intervento delle dott.sse Sbroglia e Nasi del Dipartimento Materno-Infantile ASL 17 relativo “La donazione di sangue cordonale: un gesto d’amore per una speranza in più”.
Partecipazione il 16 novembre 2005 al tavolo tecnico presso la sede della Provincia di Cuneo, nell’ambito del Progetto Interregionale “Integrare le Pari Opportunità nella Formazione e nel Lavoro” promosso dalla Regione Piemonte per la stesura delle Linee Guida per l’insegnamento delle pari opportunità nei corsi gestiti dalle agenzie formative.

2004-2005:

Progettazione, come referente Pari Opportunità dell’Ente CNOS-FAP in collaborazione con la Cooperativa Sociale VEDO GIOVANE e l’Agenzia Formativa FINIS TERRAE di Borgo Manero, e attivazione del corso di formazione della durata di 600 ore come “OPERATORE/TRICE DELLA CONFEZIONE” sull’Asse E rivolto a donne nigeriane uscite dalla “tratta” della prostituzione. Il progetto è stato sostenuto dalla Consigliera di Parità della Provincia di Novara – Silvana Ferrari e si è svolto presso la sede occasionale del CNOS-FAP a Novara. In tale ambito sono stata incaricata di prestare 6 ore di docenza relativamente al tema della parità e delle pari opportunità.Organizzazione di serate e convegni a livello cittadino dal tema “TRA TEMPI DI VITA E TEMPI DI LAVORO” in collaborazione con il Comune di Fossano, l’Ufficio Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di Fossano e la Commissione Pari Opportunità di Fossano relativo alla Legge 8 marzo 2000 n. 53 – disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura ed alla formazione e per il coordinamento dei tempi della città. Il convegno si è svolto lunedì 14 marzo 2005 presso la Sala Polivalente del Castello degli Acaja con la partecipazione della Consigliera Regionale di Parità e la Consigliera Provinciale di Parità oltre alla testimonianza di donne del mondo del lavoro.

2003–2004:

E’ stato attivato il Progetto “LE MILLE VOCI DELLE DONNE” in collaborazione con il Comune di Fossano, la Commissione Pari Opportunità del Comune di Fossano e la Società Consortile Langhe Monferrato Roero. Il progetto è nato dalla riflessione sulla limitata presenza femminile in ambiti sociali, analisi che ha indotto a ricercare le cause di questo status quo e individuare le strategie da adottare al fine di rimuovere gli ostacoli che impediscono una partecipazione attiva delle donne alla vita sociale cittadina, in un’ottica di pari opportunità. Notevole è stato il contributo apportato alle ragazze frequentanti il nostro Centro di Formazione Professionale. Riteniamo che, anche alla luce del lavoro svolto, sia importante cercare di tenere alta l’attenzione sul tema delle pari opportunità, consapevoli del fatto che il lavoro da svolgere sia ancora molto. Partecipazione al CORSO – LABORATORIO SPERIMENTARE LA PARITA’ promosso dalla Consigliera di Parità della Provincia di Cuneo con la Provincia di Cuneo – Area Servizi alla Persona. Il corso di 28 ore si è svolto nel periodo dicembre 2003 – febbraio 2004 con la docenza della dott.ssa Paola Franca Merlino e la dott.ssa Elena Crotta.

2002-2003:

In collaborazione con la Commissione Pari Opportunità e il comune di Fossano, definizione del progetto di rete “LE MILLE VOCI DELLE DONNE” presentato sulla Misura E delle pari opportunità 2002- Azione E1.4.2. In riferimento alla crisi dell’azienda tessile di Savigliano “TRUCCO TESSILE” che ha chiuso il reparto stiro e confezione mettendo in mobilità 24 lavoratrici nel gennaio 2003, è stata convocata il 10 gennaio 2003 presso la sala consigliare del Municipio di Savigliano una riunione che ha coinvolto l’assessore provinciale De Giacomi dr. Antonio, il sindaco di Savigliano Soave prof. Sergio, il responsabile dei C.P.I. di Savigliano e Fossano Pellerino dr. Gianmichele, il direttore del Centro di formazione professionale CNOS-FAP di Fossano/Savigliano don Giampaolo Del Santo, la sottoscritta referente delle Pari Opportunità dell’ente CNOS-FAP Regione Piemonte, le associazioni dei commercianti, degli artigiani, delle piccole industrie, i sindacati C.I.G.L., C.I.S.L. e U.I.L, il direttore della Cassa di Risparmio di Savigliano Allocco rag. Giuseppe. Nella riunione suddetta si sono affrontati i problemi della formazione e ricollocazione di personale femminile messo in mobilità dall’azienda in crisi, pianificando le seguenti azioni: colloqui individuali alle lavoratrici effettuati dal C.P.I. di Savigliano/Fossano per individuare le caratteristiche delle lavoratrici e prevedere moduli di orientamento o riorientamento; eventuale formazione professionale da parte del CNOS-FAP di Fossano/Savigliano ad hoc per il gruppo di persone che si renderanno disponili alla formazione e/o inserimenti lavorativi mirati nel caso in cui le professionalità possedute dalle stesse in uscista siano spendibili direttamente sul mercato del lavoro locale. Partecipazione agli incontri del percorso formativo “Sapere per governare” II edizione – Approfondimenti tematici per le elette piemontesi – edizione 2002 – promosso dalla Consulta delle Elette del Piemonte. Organizzazione in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità di Fossano di tre serate pubbliche sul tema del lavoro femminile (febbraio 2003): - Il lavoro femminile ieri e oggi- proiezione del film “Bread & Roses” - Il lavoro delle donne nella provincia di Cuneo – dibattito con la consigliera di parità provinciale avv. Franca Turco e Donata Canta, segretaria Regionale Piemonte CGIL - Infortuni sul lavoro e malattie professionali – dibattito con avv. Giovanni Lageard e dott. Paolo Ricchiardi medico del lavoro. Monitoraggio delle attività svolte dai singoli centri di formazione del CNOS-FAP Regione Piemonte a livello locale, attraverso incontri periodici della commissione pari opportunità presso la sede della Delegazione Regionale, sui seguenti punti: 1. Attuazione di una strategia di mainstreaming 2. Utilizzazione di una piattaforma linguistica e culturale comune 3. Costituzione di una rete a livello locale 4. Attuazione di momenti formativi per i formatori 5. Analisi dei fabbisogni professionali e formativi del territorio locale

2001-2002:

Progettazione e coordinamento a livello di Ente CNOS-FAP Regionale delle attività relative al Progetto di Ente sulle pari opportunità e successivo monitoraggio degli obiettivi prefissati a livello dei singoli centri di formazione. Progettazione e attivazione del corso per “Serramentisti/e” rivolto a donne e uomini in cerca di lavoro presso la sede operativa di Fossano; stage e successivo inserimento lavorativo presso aziende del territorio. Docenza nei diversi corsi di formazione a vari livelli relativamente alle UF: Pari Opportunità – dimensione di genere e Pari opportunità: tecniche di animazione. Produzione di materiale didattico: dispensa sulle pari opportunità, videocassetta e materiale multimediale. Formazione formatori: incontro del 26 febbraio 2002 con l’avv. Anna Mantini Consigliera di Parità Regionale presso la sede della Delegazione Regionale CNOS-FAP di Torino, nell’ambito del quale si è tenuta una giornata di formazione formatori dei referenti in ambito di pari opportunità dei Centri di formazione delle varie sedi operative del CNOS-FAP del Piemonte sul tema: le pari opportunità nella formazione professionale. 

Progetto di rete: incontro del 26 marzo 2002 con l’avv. Franca Turco Consigliera di Parità Provinciale durante il quale si sono poste le basi per un progetto di rete in ambito di pari opportunità coinvolgendo più attori a livello provinciale in occasione dell’uscita del prossimo bando del FSE.

2000-2001:

Redazione del progetto “Formazione e orientamento professionale per la promozione delle pari opportunità in ambito lavorativo” ai sensi della Legge 10 aprile 1991 n° 125 in collaborazione con il CILO di Fossano SPAL di Bra, Centro per l’Impiego di Fossano e Bra, Commissioni Pari Opportunità , Sindacati. Tale progetto è rivolto a donne disoccupate, in mobilità o in cassaintegrazione residenti nei comuni facenti parte del bacino territoriale dei Centri per l’Impiego di Alba-Bra e di Fossano-Savigliano. L’attività formativa e orientativa prevede tre macroaree: orientamento professionale, formazione preliminare, formazione professionale e successivo inserimento lavorativo. Progettazione e attivazione del corso “Manutentore Elettromeccanico” per donne disoccupate presso il CNOS-FAP di Fossano in cui ho effettuato moduli orientativi in ingresso, in itinere e di successivo accompagnamento al lavoro.

1998-2000:

Formatore e tutor nel Progetto N.O.W. – Access: percorsi di accesso al lavoro per donne. In riferimento all’Iniziativa Iniziativa Comunitaria Occupazione N.O.W. (New Opportunities for Women/Nuove Opportunità per le Donne) dell’Unione Europea, il Comune di Fossano in collaborazione con il Comune di Bra e i rispettivi Centri di formazione CNOS-FAP di Fossano e Bra, partendo dall’analisi della disoccupazione locale (70% femminile) e dalla richiesta delle aziende di personale qualificato ha attivato il progetto Access per favorire l’accesso delle donne disoccupate di breve e lunga durata a posti di lavoro che per tradizione erano occupati da uomini. Ponendo l’attenzione sulla questione delle PARI OPPORTUNITA’ si è resa possibile la “progettazione” professionale nell’ambito di queste nuove professioni (saldatore, manutentore elettromeccanico, operatore alle macchine utensili, verniciatore, operatore cad) attraverso azioni di orientamento, rimotivazione, formazione professionale specifica e facendo sì che le imprese rendessero disponibili posti di lavoro al personale femminile. Si è lavorato sull’informazione, sull’orientamento, sulla consulenza personale, sull’aumento dell’autonomia, sulla formazione professionale, sull’accompagnamento nella ricerca al lavoro, sul sostegno sul luogo di lavoro, a partire dalle potenzialità – spesso inespresse e non del tutto consapevoli – delle donne che hanno intrapreso un percorso di redifinizione del proprio progetto professionale. Durante lo sviluppo del progetto, mi sono occupata della fase relativa alla diffusione delle informazioni attraverso manifesti, volantini, articoli di giornale, annunci radiofonici, collaborazione con gli uffici ex-SCICA, gli Informagiovani e gli Informalavoro del territorio; a tale fase sono seguite quelle relative alla selezione delle partecipanti e dei colloqui individuali di presentazione del progetto e conoscenza delle donne interessate ad inserirsi nelle attività proposte. Le donne intenzionate a partecipare al progetto sono poi confluite nei gruppi di orientamento per la definizione del proprio progetto professionale e per accrescere le abilità nella ricerca del lavoro, nei quali ho affiancato gli operatori della Cooperativa O.R.So.

CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI

Buona capacità di gestione dei colloqui in ingresso e analisi diagnosi dei bisogni orientativi in riferimento a diverse tipologie d’utenza; Buona capacità nella gestione di azioni di consulenza orientativa Ottima capacità di inserimento lavorativo superando gli stereotipi di genere e pari opportunità Buona gestione di situazioni problematiche, Buona adattamento/flessibilità nelle situazioni di cambiamento, Buona propensione alla creatività e all’innovazione

 

 

Contatti

Email:
info@centolampadine.it